LA SCATOLA NERA: funzionamento e vantaggi

blog-scatola-nera

La scatola nera auto, detta anche registratore dati EDR, è un dispositivo elettronico mobile installato con i nuovi contratti di assicurazione auto e dotato di rilevatore GPS.

Esso è collegato alla batteria della vettura ed è capace di registrare una grande quantità di dati che riguardano la modalità di guida dell’automobilista e in particolar modo la velocità, la frenata e, soprattutto, la dinamica di un incidente. Questo dispositivo geolocalizzato viene collegato ad una centrale in remoto tramite una scheda telefonica che è in grado di registrare la posizione del veicolo. E’dotato inoltre di un accelerometro che può misurare l’accelerazione gravitazionale dell’impatto di un mezzo in caso di sinistro.

Quindi i dati analizzati sono principalmente la geolocalizzazione, la percorrenza, l’accelerazione e la decelerazione, le marce utilizzate, i chilometri percorsi, gli incidenti, con accelerazioni, luogo e tipologia ed infine i sistemi di sicurezza attivati.

Lo scopo della scatola nera è quello di aiutare a semplificare le indagini in caso di sinistro in quanto è in grado di ricostruire la sua esatta dinamica ed è progettato in modo tale da resistere anche a condizioni estreme. In caso di furto rende possibile rintracciare l’automobile e i dati possono essere utilizzati anche per contestare una multa.

L’installazione della scatola nera viene effettuata presso le officine convenzionate con la compagnia assicurativa e i costi dell’installazione sono irrisori o a carico della stessa compagnia assicurativa.

Per gli automobilisti che decideranno di installare la “black box” è previsto uno sconto sul premio assicurativo della polizza. Infatti ai sensi del nuovo art. 132 ter, comma 1, lett. b), del CAP (Codice delle Assicurazioni Private aggiornato con Decreto Legislativo 21 maggio 2018, n. 68) le imprese assicurative dovranno praticare uno sconto ogni qualvolta vengano “…installati, su proposta dell’impresa di assicurazione o sono già presenti e portabili meccanismi elettronici che registrano l’attività del veicolo, denominati “scatola nera” o equivalenti, ovvero ulteriori dispositivi, individuati, per i soli requisiti funzionali minimi necessari a garantire l’utilizzo dei dati raccolti, in particolare, ai fini tariffari e della determinazione della responsabilità in occasione dei sinistri, con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dello sviluppo economico, da adottare entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente disposizione”.

Tutti gli automobilisti che decideranno di sottoscrivere un contratto assicurativo che consentirà l’installazione sul proprio veicolo della scatola nera, dichiareranno anche il consenso ad essere monitorati, ovviamente con dei limiti previsti dal garante della privacy.

Questo dispositivo rappresenta un deterrente contro le truffe relative agli incidenti stradali e un abbattimento dei premi assicurativi.

scopri

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO

Postato il 16 novembre

Compila i campi per ricevere maggiori informazioni e per rimanere aggiornato con le nostre promozioni

I campi contrassegnati con * sono obbligatori.



Condividi